Man...il viaggio

la costruzione di un sogno.... diario di un viaggio sperato sull'isola dei gatti senza coda, in sella alle nostre motorette inglesi

il tagliando fai da te

.... come non farsi spennare dai meccanici ed avere sempre la moto in ordine.


Avere una moto, si sa, è costoso… soprattutto per i costi esorbitanti di tagliandi e controlli.
Per quanto possibile si può ovviare facendo in proprio quelle piccole operazioni di manutenzione relativamente facili ed essere sicuri che vengano effettuate utilizzando i migliori prodotti ad un costo notevolmente inferiore.
Questa pagina spera di dare un aiuto a chi non si è mai cimentato con un tagliando alla propria moto ed ha bisogno di qualche indicazione pratica.
Iniziamo…il mio tagliando solitamente prevede la sostituzione dell’olio e del relativo filtro, il lavaggio dei filtri conici, il cambio delle pastiglie freno, la sostituzione delle candele e un controllo al tiraggio catena. Di solito lo faccio un paio di volte l’anno…meglio non lesinare...

Premessa: le indicazioni sono fatte sulla base dei lavori fatti sulla mia moto, una Triumph Bonneville, quindi non è detto che vadano bene a tutti. In linea generale comunque credo che siano utili un po’ a tutti.
Naturalmente non mi assumo la responsabilità di quello che vogliate fare nel vostro garage, queste sono solo le mie esperienze.

andiamo con ordine quindi...

il cambio olio:

1 – Procuratevi 4 kg di un buon olio sintetico o semisintetico con relativo filtro.
Io in genere compro il Motul 5100 10W-40 (d’estate forse è meglio il 10W-50) che ha un ottimo rapporto prezzo/qualità.
Costo indicativo 50 euro (può variare molto in base alle marche di olio);

2 – Procuratevi una vaschetta per raccogliere l’olio esausto da sotto la culla del telaio, che sia bassa e larga (la mia è un'oscena vasca del Mocio Vileda adattata per entrare stotto la culla);
3 – Sul carter destro del motore trovate il tappo dell’olio. In foto la mia moto monta il tappo che fa anche da termometro e si riesce a svitare a mano

se invece montate il tappo originale prendere una moneta e, utilizzando una pinza, svitatelo;

4 –Svitate il bullone di spurgo della coppa dell’olio (si trova in mezzo alla culla del telaio, sul basamento motore) con una chiave a stella da 13 mm e preoccupatevi di tenere la vasca sotto la moto pronta a raccogliere l’olio. Attendete con calma che l’olio sia sceso totalmente;

5 – Adesso dovete smontare il filtro. È quel coso nero che si trova dietro la coppa dell’olio.
In genere io preferisco smontarlo e rimontarlo a mano per evitare di rovinare l’attacco con un serraggio troppo forte. Si svita ruotando in senso antiorario;

Se proprio non ce la fate procuratevi una chiave a tazza da 65 mm, toglietelo e lasciate scolare l’olio nella vaschetta;
6 – A questo punto la moto è senza olio ed è pronta a ricevere quello nuovo;
Partiamo dal filtro nuovo, aprite la scatola e versate l’olio nuovo all’interno… vi sembrerà senza fondo, ma non riempitelo troppo. Con un dito passate un filo d’olio sulla guarnizione del filtro.

A questo punto potete riavvitarlo in sede, in senso orario, a mano o con la chiave a tazza. Non esagerate col serraggio;

7 – Ripulite per bene il bullone che avete smontato al punto 4 curando che non ci siano impurità soprattutto sull’o-ring che potrete riutilizzare tranquillamente;

Riavvitate il bullone nella coppa dell’olio con la chiave a stella da 13 mm facendo attenzione a non stringere troppo per non rovinare la sede;
8 – Infilate un imbuto, precedentemente trafugato a casa, nel foro sopra il carter destro che avete aperto al punto 3 e versate l’olio nuovo. Compreso quello che avete messo nel filtro dovreste versare circa 3,6 kg. Controllate il livello dalla finestrella posta tra carter copripignone e carter alternatore (sempre a destra), il livello dell’olio (a moto dritta) deve stare a metà finestrella;

9 – Chiudete momentaneamente il tappo e accendete la moto per far girare bene l’olio negli ingranaggi, spegnete e ricontrollate il livello dalla finestrella. Probabilmente dovrete aggiungere un filo d’olio, a questo punto serrate il tappo.

Il cambio dell’olio è fatto…adesso vedete di non buttare l’olio che avete tirato fuori dalla moto nel primo tombino che incontrate, portatelo da un meccanico o al centro raccolta olii esausti del vostro comune. Un l kg d’olio è in grado di inquinare un milione di litri d’acqua.


il cambio candele:

1- Allora, è bene cambiare le candele anche se non danno segni di cedimento, partenze difficili o scoppi irregolari.
se non avete rimosso il SAIS (il sistema di iniezione aria secondaria) che rende molto complicato raggiungere le candele dovrete smontare qualche pezzo in più.
Se non avete idea di cosa sia il SAIS abbassate lo sguardo sulle candele: i due tubi che si infilano nella testa, affianco proprio alle candele, sono parte di quel sistema che serve a bruciare gli idrocarburi incombusti e permettere di rientrare nelle normative antinquinamento.

2- Quindi bisogna con lo smontare la sella. Niente di più semplice, basta sfilare i due bulloni della parte posteriore che la tengono ferma con la brugola in dotazione (si trova sotto il fianchetto destro).
La mia è una brugola da 4 perchè ho cambiato i bulloni, se non sbaglio l'originale è da 6 mm.


3- Dopo la sella va tolto il serbatoio.
Sfilate i bulloni che la fissano al telaio con una chiave a stella o un cricchetto da 10 mm

Dopo i bulloni alla base bisogna sfilare il tubo della benzina dal rubinetto sul lato sinistro (moto a carburatori). Basta allargare la molletta che lo blocca e tirarlo fuori.
Infine cambiate lato e sfilate il tubo di sfiato che si trova sotto il serbatoio a destra, basta tirare

4- Adesso potete sollevare il serbatoio e riporlo da qualche altra parte.

5- Se invece avevate già rimosso il SAIS avreste potuto smontare tranquillamente le candele senza smontare mezza moto.
Staccate i cavi (rossi in foto) e con una chiave a tubo da 18 svitate e sfilate con cura le candele

6- una volta smontate le candele controllatene il colore, se sono di un marroncino chiaro significa che la carburazione è corretta, se invece sono bianche come nuove dovreste farla ricarburare dal meccanico perchè troppo magra.

7- Adesso montate un buon paio di candele, io in genere metto su le Nology Silver, e rimontate il tutto procedendo a ritroso.

Olio fresco e candele nuove, la moto ve ne ringrazierà.


Il cambio pastiglie dei freni





Gianni


12 commenti:

Morpheus ha detto...

Un paio di piccoli suggerimenti:
1- prima di iniziare suggerirei di accendere la moto per una 30 secondi e aspettare che si raffreddi, abbastanza per non scottarsi, questo fluidificherà l'olio per una migliore espulsione.

2- io faccio questa operazione ogni 10.000 km ESAGERATO!!!, ma una una volta si e una no prima di cambiare l'olio aggiungo a quello vecchio un prodotto per la pulizia degli impianti idraulici, faccio girare il motore per 10/20 minuti al minimo accellerando di tanto in tanto e successivamente cambio l'olio.

ciao ciao

Mr. Noisy ha detto...

Grazie Morphy ;)

che prodotto usi per la pulizia degli impianti idraulici?

motomike ha detto...

sei un grande ;)

Il Siculo ha detto...

Farai di me un meccanico... adesso passiamo al livello 2...

Marcos ha detto...

Ben fatto!;-)

Gian ha detto...

Intanto ottimo tutorial.....poi non mi ricordo chi su TCP sosteneva che per chi monta ancora il SAIS basta togliere i tubicini semiflessibili e svitare i tubicini metallici per riuscire a passare con la chiave da candele evitando ....come sosteneva Noisy....di smontare mezza moto.

Salvatore ha detto...

Bel tutorial,
non lo avevo ancora letto.
Ma per il controllo del tiraggio catena ?

mcqueen278 ha detto...

Grande Gianni!!! Ho avuto modo di ammirare la tua moto a Verona, veramente bella!! Utilissimo il post! Lo userò a breve quando metterò a nanna la mia HOT BITCH per l'inverno

Anonimo ha detto...

Magari un lavaggio del motore prima di fare il cambio olio non sarebbe male !!! Per completare bene lo spurgo olio motore meglio se si inclina la moto un po a destra e un po a sinistra !!! E soprattutto non dimentichiamo di cambiare la rondella del tappo olio motore prima di avvitarlo !!!

Per i "malati" come me !!!


Aspettarsi sempre l'inaspettato è il segreto di rimanere sempre concentrato !!!!!!!!!! bye SPEED-MAN

Anonimo ha detto...

La guida sul cambio olio e candele è eccellente.
Perchè non descrivi anche il cambio pastiglie che solo le immagini non sono completamente esplicative?
E poi per la ruota post. è uguale o cambia qualcosa?
Grazie, cordiali saluti
Umberto (umbito su TCP)

Trevor ha detto...

Ciao Gianni, sul forum BB ho chiesto cosa prevede il programma di manutenzione per i 50.000.

Tu cosa mi dici? Riesci ad intervenire tu alla discussione. Ti vedo preparatissimo...

Miaology ha detto...

Grazie Mille è stata molto utile..